Sei qui » Focus sulla pelle » Acne

Tutto sull'acne

L’acne è una malattia cronica della pelle che comporta l’infiammazione delle ghiandole sebacee. Colpisce l’80% degli adolescenti, bambini e e molti adulti, soprattutto donne; il 35% delle persone colpite è di età compresa tra i 30 e i 40 anni.

Panoramica sulla malattia

Descrizione

L’acne è una malattia della pelle particolarmente diffusa tra gli adolescenti, benché alcune persone presentino questa condizione fino all’età adulta. Gollnick 2003

L’acne è un disturbo delle ghiandole che si trovano accanto ai follicoli piliferi. Queste ghiandole, dette ghiandole sebacee, secernono una sostanza oleosa chiamata sebo. Tutti hanno tali ghiandole e la secrezione di sebo è un fatto normale, ma le persone affette da acne presentano ghiandole di dimensioni maggiori che rilasciano più sebo nella pelle. L’eccesso di sebo può intrappolare batteri e cellule morte nei pori. Un batterio in particolare, noto come P. acnes, normalmente presente nella pelle, è in grado di crescere in queste condizioni. La crescita e la proliferazione di questi batteri possono causare l’infiammazione della pelle, portando alla formazione di brufoli. Gollnick 2003

Diagnosi

Nella maggior parte dei casi, un dermatologo o un altro specialista possono effettuare la diagnosi esaminando la pelle affetta. Tuttavia, per garantire una corretta diagnosi ed escludere altre malattie della pelle il medico può porre alcune domande relative a: Bershad 2008

  • Aree di pelle sensibile o presenza di eczema
  • Altre malattie che possono influenzare l’efficacia terapeutica dei farmaci
  • Precedenti allergie a farmaci
  • Uso di steroidi (per esempio, per il bodybuilding)
  • Disturbi dell’umore o depressione
  • Uso di contraccettivi, eventuale ciclo mestruale irregolare, gravidanza in corso o trascorsa, allattamento al seno

Queste informazioni aiuteranno il medico a eseguire una diagnosi precisa, infatti, in alcuni casi l'acne può imitare altri disturbi cutanei, come la rosacea. Bershad 2008

Conseguenze emotive

L’acne non riguarda solo l’aspetto esteriore o estetico della pelle, ma coinvolge anche la dimensione psicologica. Dal momento che il volto è una delle principali aree colpite dall’acne, i sintomi della malattia possono cambiare l’aspetto delle persone, causando stress e ansia. A seconda della gravità della condizione, l’acne può portare ad avere un’immagine negativa di sé e allo sviluppo di: Hamilton 2009

  • Bassa autostima
  • Perdita di fiducia
  • Depressione

Questi risvolti emotivi concorrono spesso ad influenzare chi soffre di acne, si tratti di uomini, donne, giovani o adulti. Gollnick 2003  

Oltre a ridurre la qualità di vita delle persone affette, è stato dimostrato che gli aspetti emotivi dell’acne possono essere responsabili della riduzione di produttività e del livello di occupazione. L’impatto dell’acne sulla qualità della vita è paragonabile a quello osservato in malattie come l’epilessia o l’asma. Hamilton 2009  Esistono anche molti pregiudizi e falsi miti legati all’acne e questo può causare sensi di colpa fuori luogo, che peggiorano gli effetti emotivi della malattia. Goodman 2006

Cause scatenanti e fattori di rischio

La precisa causa dell’acne non è nota, ma i ricercatori pensano che sia da ricercarsi nei fattori genetici e ambientali. Una storia familiare di acne è un fattore di rischio che suggerisce una componente genetica. In aggiunta, vi sono fattori ambientali che a loro volta aumentano il rischio di acne. Nella vostra vita quotidiana potrete notare come alcuni elementi siano in grado di scatenare i sintomi dell’acne e causare lo sviluppo di brufoli. I fattori scatenanti possono essere molto diversi da una persona all’altra ed è importante che ognuno comprenda quali sono gli elementi che hanno indotto lo sviluppo di brufoli, in modo da evitarli e ridurre al minimo i focolai.

I fattori che possono scatenare l’acne includono:

Alcuni farmaci

Alcuni farmaci steroidei possono causare sintomi molto simili a quelli dell’acne. Questi sintomi in genere appaiono all’improvviso e progrediscono rapidamente. I corticosteroidi, per esempio, possono indurre una caratteristica forma di acne che non ha comedoni (punti neri o brufoli), ma piuttosto papule e pustole. Anche gli steroidi anabolizzanti possono indurre l’acne, in questo caso con punti neri e brufoli prominenti sull’area colpita. Se si ritiene che un farmaco che si sta assumendo stia facendo peggiorare l’acne, si consiglia di parlarne con il proprio medico.Bershad 2008

Alcuni cosmetici e prodotti per la cura della pelle

Molti prodotti cosmetici contengono agenti non comedogeni: in altre parole, questi agenti non chiudono i pori e non causano quindi brufoli o punti neri. Tuttavia, alcuni cosmetici contengono ancora sostanze comedogene.Goodman 2006 Se siete preoccupati che l’applicazione di cosmetici o altri prodotti per la cura della pelle possa peggiorare la vostra acne, vi consigliamo di verificare sulle etichette che tali prodotti siano non comedogeni, oil free o che non occludano i pori. Bershad 2008

Sudorazione

Alcune prove indirette dimostrerebbero che gli ambienti eccessivamente caldi o umidi possono scatenare l’acne. È possibile che l’umidità in eccesso blocchi parzialmente i pori, con conseguente comparsa di acne. Evitare gli ambienti umidi può aiutare a mantenere i pori liberi da occlusione, contribuendo a diminuire i sintomi dell’acne.Goodman 2006

Esistono anche fattori di rischio noti per causare l’acne:

Storia familiare

I fattori ereditari sembrano rivestire un ruolo importante nello sviluppo dell’acne. Ciò significa che se in famiglia vi sono stati casi di acne, è molto probabile che anche voi svilupperete la malattia. Bershad 2008

Ciclo mestruale

Molte donne notano che l’acne tende a migliorare e a peggiorare in periodi diversi, e che questi cambiamenti sono legati al ciclo mestruale. Il 40% circa delle donne nota un aumento dell’acne nei giorni precedenti al ciclo.Bershad 2008

Gravidanza

I cambiamenti ormonali durante la gravidanza possono provocare acne temporanea. Alcuni trattamenti per l’acne se usati in corso di gravidanza possono causare gravi difetti nel nascituro, quindi è importante segnalare al proprio dermatologo di essere in stato interessante e informare il medico di tutti i farmaci che si stanno assumendo per trattare l’acne.Bershad 2008

Dieta

La dieta è stata a lungo un argomento controverso nella ricerca sulle cause dell’acne. Si ritiene comunemente che gli alimenti grassi in qualche modo contribuiscano a rendere la pelle grassa o incline all’acne. Tuttavia, gli studi scientifici sulle cause dell’acne non ne hanno dimostrato la veridicità. I ricercatori hanno scoperto una correlazione tra acne e alcuni componenti di una “dieta occidentalizzata”, in particolare cibi ricchi di zuccheri e latticini. Non vi è comunque alcuna prova conclusiva per altri prodotti alimentari come il cioccolato o i grassi saturi. Goodman 2006, Spencer 2009

PUNTI CHIAVE

FATTORI RILEVANTI A PROPOSITO DI ACNE:

  • L’acne non è contagiosa e non è causata da scarsa igiene.
  • L’acne compare in genere nell’adolescenza, ma può persistere anche in età adulta.
  • L’acne richiede una terapia a breve e a lungo termine.
  • Anche la sfera emotiva può subire ripercussioni a causa dell’acne; essendo responsabile di cambiamenti estetici, per molte persone l’acne può costituire un fattore di stress o di ansia.
  • Non vi è alcuna prova conclusiva che i cibi grassi o il cioccolato siano responsabili dello sviluppo dell’acne.

PER SAPERNE DI PIÙ SULL’ACNE, VISITA (ENG):

Questo è un sito dedicato all’informazione di pubblico e pazienti circa le condizioni della pelle e i diversi tipi di trattamento disponibili per far fronte a malattie e problematiche legate all’epidermide. Questo sito non è sostitutivo del consulto medico e può includere discussioni su terapie o opzioni di trattamento che potrebbero non essere disponibili nel Vostro Paese. Vi invitiamo pertanto a utilizzare le informazioni presenti su questo sito per conoscere meglio la Vostra patologia e per poterne discutere meglio con il Vostro medico di fiducia.

Seguici Follow us on twitter Follow us on Linkedin

Responsabilità aziendale

Far crescere una comunità dermatologica responsabile

Impegnati in tutto il mondo

Scopri di più          

Video

Il nostro impegno

 Guarda il video