• Image

Sei qui » Focus sulla pelle » Psoriasi

Psoriasi

La psoriasi può essere una malattia molto dolorosa, in grado di influenzare negativamente l’autostima.

Panoramica della malattia

pelle con psoriasi - Galderma

Tutto sulla psoriasi

La psoriasi è una malattia cronica, infiammatoria, che può colpire la pelle, le articolazioni e le unghie. Le cause della patologia non sono pienamente comprese e sono tutt’oggi oggetto di ricerca. Nella psoriasi, il sistema immunitario è erroneamente attivato e questo porta a una sovrapproduzione di cellule che si accumulano troppo rapidamente sulla superficie della pelle, formando chiazze rosse, ispessite e squamose (chiamate placche). Tali placche sono spesso pruriginose e talvolta dolorose. Le lesioni date dalla psoriasi comunemente compaiono sul cuoio capelluto, sugli arti e nella parte bassa della schiena, ma possono verificarsi in qualsiasi parte del corpo.

Alcune persone non sono molto influenzate dai sintomi della psoriasi, ma per altre si tratta di una condizione invalidante e imbarazzante che influenza lo stile di vita e le interazioni sociali. Esistono molti trattamenti disponibili che possono aiutare ad alleviare i sintomi e a migliorare la vita quotidiana.

PUNTI CHIAVE

FATTORI RILEVANTI A PROPOSITO DI PSORIASI:

  • La psoriasi non è contagiosa.
  • La malattia può comparire intorno all’età di 15-20 anni o successivamente tra i 50 e i 60 anni. Circa il 75% dei pazienti ne è colpito prima dei 40 anni.
  • La gravità della psoriasi, la presentazione clinica e la risposta ai trattamenti variano da persona a persona.
  • Il cuoio capelluto e gli arti sono le aree più comunemente interessate dalla psoriasi, che tuttavia può manifestarsi ovunque sul corpo, soprattutto su ginocchia, gomiti e tronco.

Sintomi MayoClinic

I sintomi della psoriasi variano da persona a persona e possono comprendere una o più delle seguenti caratteristiche:

  • Chiazze rosse e ispessite (placche) di misura variabile e coperte da squame color argento
  • Prurito
  • Lesioni sul corpo
  • Artrite e interessamento delle unghie di mani e piedi

Gravità della malattia

Anche la gravità della psoriasi può variare tra soggetti, andando da piccole chiazze solo su alcune parti del corpo a eruzioni importanti localizzate su aree molto estese e difficili da trattare. I casi lievi costituiscono un fastidio, ma i casi più gravi possono essere dolorosi, deturpanti e invalidanti. Il 20% circa dei casi di psoriasi è di gravità da moderata a severa.

Diagnosi

Non esistono esami del sangue specifici o strumenti diagnostici per la diagnosi della psoriasi. Un dermatologo o un altro specialista possono porre la diagnosi in base ai segni e ai sintomi rilevati esaminando l’intera superficie corporea. Talvolta, per poter differenziare tra psoriasi e altri disturbi viene effettuata una biopsia cutanea.

Qualità della vita

La psoriasi ha conseguenze fisiche ed emotive rilevanti. Gli studi hanno dimostrato che le persone affette da psoriasi hanno una qualità di vita inferiore e un più basso livello di autostima rispetto alle persone che non presentano la malattia. Gli effetti fisici della psoriasi includono irritazione, dolore o sensazione di bruciore. Dal punto di vista emotivo si evidenziano una maggiore probabilità di depressione e ridotte capacità nel fronteggiare le difficoltà. Le persone con psoriasi possono sentirsi criticate, il che può portarle a evitare contesti sociali e, quindi, a isolarsi maggiormente. In generale, nei pazienti con psoriasi il grado di menomazione fisica ed emotiva è simile a quello di chi soffre di malattie cardiache, cancro o diabete. Mrowietz 2009

Cause

Le cause della psoriasi non sono ancora pienamente comprese. L’opinione oggi condivisa è che il sistema immunitario, i fattori genetici e l’ambiente (per esempio, condizioni di stress, freddo ecc.) svolgano un ruolo importante nello sviluppo della malattia. Ne consegue un’infiammazione cutanea accompagnata da sovrapproduzione di cellule della pelle.

Le cellule nello strato superiore della pelle di solito maturano e cadono dalla superficie ogni 28-30 giorni. Nella psoriasi, le cellule possono maturare in 3-6 giorni, per poi passare alla superficie cutanea dove si accumulano.

I ricercatori pensano che i fattori genetici e quelli ambientali siano entrambi responsabili del malfunzionamento delle cellule T (Cellule fondamentali della risposta immunitaria specifica). 

Gli studiosi ritengono che almeno il 10% della popolazione generale erediti uno o più geni che creano una predisposizione alla psoriasi. Tuttavia, solo il 2-3% della popolazione sviluppa la malattia. Essi sostengono che, affinché un individuo sviluppi la psoriasi, debbano essere presenti sia una predisposizione genetica che ne favorisca lo sviluppo sia un’esposizione a specifici fattori esterni, noti come fattori scatenanti.

Fattori scatenanti della psoriasi

Come per molte altre malattie della pelle, i sintomi a livello del cuoio capelluto possono presentarsi ciclicamente e poi scomparire. Alcune persone possono non avere sintomi per settimane, addirittura mesi. Alcuni elementi (triggers, fattori scatenanti) della vita quotidiana possono peggiorare i sintomi della psoriasi del cuoio capelluto e, benché possano essere diversi da persona a persona, è importante conoscerli per evitarli.

I fattori che possono essere causa scatenante di psoriasi comprendono:

Infezioni

Infezione batterica della gola

Stress

Il relax e una riduzione della tensione possono evitare che lo stress diventi una causa scatenante di psoriasi

Lesioni alla pelle

Tagli o abrasioni, gravi scottature solari

Altri fattori sospetti

Fumo

Elevato consumo di alcol

Fattori di rischio MayoClinic

Chiunque può sviluppare la psoriasi, ma i seguenti fattori possono aumentare il rischio: 

Storia familiare

Il rischio più significativo consiste nell’avere una storia familiare di psoriasi. Un paziente psoriasico su 3 ha un parente stretto affetto a sua volta dalla malattia.

Altre condizioni mediche

Le persone con HIV hanno più probabilità di sviluppare la psoriasi rispetto alle persone con un sistema immunitario sano.
Bambini e giovani adulti con infezioni ricorrenti ‒ infezione alla gola da streptococco in particolare ‒ possono presentare rischi maggiori di sviluppare la malattia.

Stress

Lo stress può influenzare il sistema immunitario e aumentare il rischio di sviluppare o peggiorare la psoriasi.

Obesità

L’eccesso di peso aumenta il rischio di psoriasi. Inoltre, le placche associate con tutti i tipi di psoriasi spesso si sviluppano nelle pieghe cutanee.

Fumo e alcol

Il fumo di tabacco e il consumo di alcol aumentano il rischio di sviluppare o peggiorare la psoriasi.

Questo è un sito dedicato all’informazione di pubblico e pazienti circa le condizioni della pelle e i diversi tipi di trattamento disponibili per far fronte a malattie e problematiche legate all’epidermide. Questo sito non è sostitutivo del consulto medico e può includere discussioni su terapie o opzioni di trattamento che potrebbero non essere disponibili nel Vostro Paese. Vi invitiamo pertanto a utilizzare le informazioni presenti su questo sito per conoscere meglio la Vostra patologia e per poterne discutere meglio con il Vostro medico di fiducia.

Seguici Follow us on twitter Follow us on Linkedin

Responsabilità aziendale

Far crescere una comunità dermatologica responsabile

Impegnati in tutto il mondo

Scopri di più          

Video

Il nostro impegno

 Guarda il video