• Image
  • Image
  • Image
  • Image

Sviluppo sostenibile

Per diventare dei leader è necessario prendersi la responsabilità delle proprie azioni. Noi di Galderma puntiamo a soddisfare le esigenze dermatologiche dei nostri clienti senza compromettere la vita del pianeta per le generazioni future. I processi di produzione di Galderma, azienda specializzata in dermatologia, seguono i seguenti obiettivi finalizzati a uno sviluppo sostenibile: riduzione delle emissioni di gas serra, gestione degli sprechi ed eco-design.

Quando si tratta di sostenibilità ambientale, l’America del nord viene spesso accusata di avere un’esperienza piuttosto negativa. Ma nello stabilimento Galderma di Baie d’Urfé, in Canada, è in atto un programma di sviluppo sostenibile proattivo e sono già stati conseguiti dei risultati notevoli nella riduzione delle emissioni di gas serra (GHG). Nel 2008, nello stabilimento sono stati installati pannelli solari per sfruttare la luce solare invernale proveniente dal Canada per il riscaldamento dell’aria esterna utilizzata per la ventilazione delle strutture del sito. Inoltre, è stata anche predisposta una caldaia a vapore elettrico per incrementare il fabbisogno energetico dello stabilimento, riducendo in questo modo le emissioni di GHG di 500 tonnellate. Ulteriori misure per il risparmio energetico sono state introdotte anche nel processo di produzione. 

Coinvolgimento attivo dei dipendenti

Lo stabilimento Galderma di Baie d’Urfé effettua anche una corretta gestione degli sprechi, mediante il riutilizzo di sottoprodotti. Per diminuire il numero di cartoni, ad esempio, le bottigliette vuote di Cetaphil vengono consegnate allo stabilimento su pallet avvolti nella plastica, risparmiando oltre 110 tonnellate di cartone all’anno. I dipendenti sono coinvolti attivamente nella lotta a favore della riduzione e della gestione più efficiente degli sprechi. 
I dipendenti di Galderma partecipano a campagne annuali di raccolta di rifiuti pericolosi oltre che a un programma di car-sharing, e ciò mette in luce il loro impegno a favore della tutela dell’ambiente. Tali risultati hanno valso allo stabilimento Galderma di Baie d’Urfé l’ottenimento della certificazione ISO 14001.

Utilizzo di un approccio di eco-design nel confezionamento

Utilizzare un approccio di eco-design significa prendere in considerazione i fattori ambientali sin dalle primissime fasi di design. Per quanto riguarda il confezionamento, questo vuol dire valutare l’impatto ecologico di una soluzione dermatologica durante tutto il corso del suo ciclo vitale – dall’idea iniziale fino al suo riciclo. Gli stabilimenti Galderma di Alby-sur-Chéran e Baie d’Urfé stanno iniziando ad adottare questo approccio. Nello stabilimento di Alby-sur-Chéran, grazie alla collaborazione con i fornitori per ridurre il peso di una serie di bottiglie, siamo riusciti a ridurre la massa totale dell’8%, e ciò si traduce in un risparmio di 6 tonnellate di plastica all’anno. L’eco-design oggi viene applicato sistematicamente in tutte le fasi di sviluppo del confezionamento. I criteri di sostenibilità ambientale vengono, inoltre, aggiunti anche alle matrici di acquisto, accanto ad altri parametri come il costo, la qualità, la compatibilità tecnica con i requisiti stabiliti dal cliente e l’affidabilità dei fornitori.

Energia elettrica verde

La Q-Med, la divisione di Galderma situata a Uppsala, in Svezia, utilizza l’energia termica e le pompe di calore per la climatizzazione delle principali aree degli edifici. Ampie zone della struttura vengono, infatti, riscaldate utilizzando pompe di calore geotermiche mentre tutta l’elettricità utilizzata proviene da fonti di energia idraulica sostenibili per l’ambiente. Dopo la prima installazione di pompe di calore nel 2004, si è ottenuta una riduzione di emissioni di carbonio pari a 200 tonnellate all’anno.
Oggi il 56% della superficie dell’edificio viene climatizzata utilizzando energia termica. 
Nel 2011 lo stabilimento di produzione di Uppsala ha svolto un esperimento pilota per la sostituzione delle lampadine alogene con i LED. Il consumo di energia è stato ridotto di oltre il 90% e, in più, le lampadine a LED durano cinque volte di più rispetto a quelle alogene. 

Certificazioni industriali: standard di base

La qualità e la sicurezza sono le chiavi per il successo. Le Buone Pratiche di Fabbricazione (GMP) sono alla base di tutte le operazioni che si svolgono in azienda. Il Controllo Qualità deve approvare tutti i processi di produzione e svolge verifiche su fornitori e appaltatori. Per soddisfare gli elevati standard di qualità di Galderma, le squadre di produzione devono rispettare gli standard di buone pratiche come prescritto dalle autorità sanitarie internazionali in Francia (Afssaps), Stati Uniti (FDA), Brasile (ANVISA), Canada (Canada Health) e altre agenzie sanitarie competenti nel resto del mondo. 
Inoltre, a proposito della tutela ambientale e della sicurezza del personale, gli stabilimenti Galderma di Alby-sur-Chéran, di Baie d’Urfé e di Uppsala godono della certificazione ISO 14001 (sugli standard ambientali), mentre i loro sistemi di gestione della sicurezza sono garantiti dalla certificazione OHSAS 18001. La certificazione ottenuta più recentemente, ISO 13485, riguarda i dispositivi medici. Tutti gli stabilimenti sono conformi alle normative locali. 
Il progetto di investimento ottimizzerà tutti gli aspetti delle operazioni svolte all’interno dello stabilimento al fine di migliorare la capacità produttiva, la qualità, ma anche la performance ambientale e di sicurezza, rendendo, allo stesso tempo, l’ambiente di lavoro più piacevole.

Sono molti anni che gli stabilimenti di produzione Galderma ricevono certificazioni. Ma che cosa significano esattamente?

L’ISO 14001 è una certificazione che riguarda i sistemi di gestione ambientale. È stata introdotta nel 1996, con lo scopo di ridurre l’impatto ambientale delle strutture industriali e, allo stesso tempo, di migliorare costantemente la loro performance in termini di sostenibilità. L’ISO 14001 è la certificazione per eccellenza. È costituita da 18 requisiti specifici, suddivisi in sei aree: requisiti generali (gli obiettivi ambientali della struttura); politica ambientale; pianificazione; implementazione; normativa e azioni correttive; revisione di gestione. 
Creata nel 1990, la certificazione OHSAS 18001 è riconosciuta in tutto il mondo. Originariamente era utilizzata in Gran Bretagna, per questo il suo acronimo per esteso è “Occupational Health and Safety Assessment Series” (Criteri di Valutazione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori). Tale certificazione illustra le regole di gestione che devono essere applicate per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori all’interno di un’azienda. 
La certificazione ISO 13485 identifica i requisiti dei sistemi di gestione della qualità per i dispositivi medici. Non è obbligatoria per la commercializzazione di prodotti medici, ma assicura che l’azienda ha comunque seguito le procedure riconosciute da un’autorità indipendente che effettua verifiche regolarmente. Un altro vantaggio è rappresentato dal fatto che tale certificazione agevola l’etichettatura a marchio CE sui prodotti dell’azienda. 

 

Scopri di più su Galderma, azienda specializzata in dermatologia e sulle nostre ambizioni.

Seguici Follow us on twitter Follow us on Linkedin

Responsabilità aziendale

Far crescere una comunità dermatologica responsabile

Impegnati in tutto il mondo

Scopri di più          

Video

Il nostro impegno

 Guarda il video